Neil Pryde Sails

pagina neil prydeCNeil Pryde Vele e Alberion l’inizio della stagione 2016 si completa il mio passaggio ai marchi del Pryde Group. Dopo essere passato nella stagione 2015 con le tavole JP Australia ho deciso che per il 2016 abbinerò anche le vele Neil Pryde e gli accessori NP. Un ruolo fondamentale nel concretizzarsi di questa mia decisione, è stata senza dubbio la sincera amicizia con Greta, Pia e ovviamente Luis Marchegger, che è  diventato a fine 2014 l’agente unico per l’Italia per questi due prestigiosi brand. Già dall’anno scorso collaboro strettamente con Luis  nella gestione del Team Italia, con un ruolo da Communication Manager, gestendo tra l’altro la pagina Facebook ufficiale “JP Neil Pryde Italia” e curando tutte le traduzioni nella nostra lingua, di tutto il materiale (newsletter, cataloghi, documentazione commerciale negozi,…). Inoltre supporto Luis anche nella gestione degli eventi a cui JP NP Italia partecipa (test day, eventi espositivi, …).

Neil Pryde Fusion HD
Neil Pryde Fusion HD

Sono molto orgoglioso di far parte del Team del suo team!

Ho basato questo mio ritorno in Neil Pryde (usavo JP e Neil Pryde già una decina di anni fa) su due vele: Fusion HD e Atlas HD, scegliendole in queste misure: 4.1 e 4.7 Atlas e 5.5 e 6.5 Fusion. Scelta ovviamente ponderata sia in funzione delle condizioni in cui esco frequentemente (lago e mare ma con condizioni di non non estrema) sia in funzione delle tavole JP che uso e cioè due FreestyleWave, un 85 e un 112.

La FUSION è la vela Crossover a 5 stecche, cioè il pefetto abbinamento per un FreestyleWave, ottima per qualunque condizione dall’acqua piatta alle onde non esagerate. Ha un taglio particolare che va a massimizzare la potenza ai minimi regimi (molta lunga di boma anche a causa dell’assenza del cut in bugna)  senza perdere troppo in maneggevolezza. Entrambe le misure delle mie due vele si armano sul 430 (431 e 458 per l’esattezza) e come boma va benissimo un 170 o un 180 (181 e 203). Neil Pryde dichiara che ogni misura di questa vela (dalla 4.5 alla 6.5) può in realtà essere armata con il solo albero 430 e il solo boma 160. Per il 2016 la Fusion ha tenuto lo stesso taglio dell’anno scorso ma ha aggiunto i rinforzi raduali dal piede d’albero.

Neil Pryde Atlas HD
Neil Pryde Atlas HD

L’ATLAS è da anni la power wave di casa Neil Pryde in genere destinati ai pesanti e alle condizioni onshore. In realtà per il 2016 è stata completamente ridisegnata per diventare un 5 stecche che strappa meno (va bene anche per pesi medio-leggeri) ma che mantiene il suo carattere potente che la rendono la scelta migliore per condizioni onshore e specialmente per condizioni flat o chop che spesso si trovano nei laghi o negli spot che spesso normalmente frequento. Anche in questo caso le mie due vele 4.1 e 4.7, si armano entrambe con un un solo albero, in questo caso il il 370. Come boma va benissimo un 140 o 150. Queste le misure precise: 379×158 e 399×167.

Sia per le due Fusion che per le due Atlas ho scelto la versione HD, che a differenza della versione standard, presenta solo monofilm tramato, per una maggiore robustezza e resistenza. La speranza è che possa essere sufficiente a minimizzare la creazione di quelle fastidiose pieghette nel monofilm, quando si arma e ancora di più quando si disarma la vela (fastidio che può comunque essere ridotto puntando un cacciavite nell’occhiello nel top della vela mentre si disarma). La Fusion HD presenta una costruzione in Armour Web, mentre la Atlas HD è ancora più robusta, come è giusto che sia essendo una vela prettamente Wave, grazie all’utilizzo dell’Armour Web Ultra.

Alberi NP RDM FLX
Alberi Neil Pryde RDM FLX

Come alberi ho deciso di scegliere un FX 430/100 RDM per le due Fusion (è l’albero per le condizioni di vento leggero e lì necessito di performance più spinte), mentre per le wave ho scelto un più economico ma più robusto FX 370/70, sempre RDM. Da segnalare che da quest’anno NP estende a tutti gli alberi la garanzia a 3 anni, diversamente dai classici 24 mesi. Per ottenere l’estensione occorre l’albero sia acquistato da un dealer ufficiale e poi occorre registrati sul sito, segnalando numero di serie e inviando lo scontrino.

Pin It on Pinterest