Monaco – Germania in VAN – step 1

V#MOTION n.6
Step 1: Monaco di Baviera – il nostro nuovo CI Kyros 2 Prestige era arrivato a metà maggio e non vedevamo l’ora di usarlo seriamente dopo i primi weekend di prova. Decidiamo di trascorrere una settimana in Germania per la nostra prima vera esperienza di vacanza itinerante a bordo di un V.R.

Incuriositi, determinati ma anche un po’ intimoriti da un tipo di esperienza di cui ancora ignoravamo le tante sfaccettature, abbiamo pianificato il nostro itinerario. Era importante capire fin da subito se la decisione di acquistare il Van fosse stata sensata o un colpo di testa di cui ci saremmo pentiti fin dai primi giorni.

Mia moglie Alda che si occupa di definire il nostro programma di viaggio (io sono a Rio de Janeiro per lavoro e non riesco ad essere molto d’aiuto). Punto fermo della nostra vacanza è il soggiorno a LEGOLAND a Gunzburg, il parco a tema dell’omonimo brand danese, tappa promessa da tempo a nostro figlio Matteo. Propongo comunque una tappa nella carinissima Heidelberg dove anni fa mi recavo spesso per lavoro e una tappa in Westfalia dove devo ritirare uno dei noti Surf Line Box da tetto di Mobila. Alla fine il nostro programma è definito: Monaco, Legoland, Haltern Am See, Heidelberg, Rothenburg, Fussen. Partenza: sabato 23 giugno!

Sabato 23 Giugno, Como-Monaco – 444km

Partiamo in mattinata con tutta la calma del mondo (troppa forse), pensando che saremmo arrivati facilmente a Monaco per pranzo. Non avevo però fatto i conti con la mia guida ancora poco agile con questo mezzo. Alle 15 siamo comunque all’ingresso del Campingplatz München Thalkirche nella parte sud-occidentale della capitale bavarese. Struttura che si trova all’interno di un bel parco attraversato da canali. Alla reception sono molto gentili e scherzano cercando di usare qualche vocabolo italiano.

germania in van giugno 2018 - MonacoCi fermiamo in una piazzola quasi fronte fiume Floslande, dove in quel momento vediamo passare gruppi folkloristici bavaresi che ballano e cantano su enormi zattere di tronchi. Mi guardo in giro e vedo che i furgonati parcheggiati sono proprio tanti. Una conferma sul fatto che si tratti di un segmento in forte crescita. Ci rinfreschiamo e iniziamo il nostro giro turistico dirigendoci in centro. Il Campeggio ha, giusto all’ingresso, la fermata Campingplatz Thalkirchen della navetta 135 che ad anello gira attorno al parco. Giusto 3 minuti e siamo alla fermata Thalkirchen (Tierpark) della metro linea U3. Lì noto una ragazza con una tavola da surf sotto braccio. Ipotizzo che possa esserci in zona una di quelle affascinanti aree attrezzate con le onde artificiali perpetue. 6/7 fermate in direzione Moosach e ci ritroviamo in pieno centro (fermata Marienplatz). Alda, con il suo set di guide, ci porta un po’ in giro nei quartieri centrali, facendo capolino in qualche chiesa o edificio famoso. In centro c’è molto fermento, non solo perché è sabato pomeriggio ma perché alle 20 la Germania gioca la sua seconda partita del mondiale. Ed è proprio a quell’ora che più o meno facciamo rientro in campeggio dove, trovo altri ragazzi passeggiare con tavole da surf sottobraccio. A questo punto mi incuriosisco: “l’onda deve essere in zona!”. 

Surf da onda a Monaco

germania in van giugno 2018 - MonacoSeppur stia leggermente piovigginando, decido di indagare e seguo il flusso. Dietro l’angolo, giusto a 50 metri dall’ingresso del campeggio, scopro l’arcano: il canale su cui abbiamo praticamente parcheggiato, ha una strettoia e un dislivello che crea una rapida e un’onda perpetua perfettamente surfabile. Un punto largo appena una decina di metri dove tanti ragazzi si danno il cambio in acqua: ogni caduta di un rider da il via al successivo. Che figata. E intanto la Germania sta giocando. Chi ama questi sport non mette, per fortuna, mai il calcio prima. Per fortuna… Qui le info di questo spot da surf.

Faccio un mare di foto e torno in campeggio dove rinfrescati da una temperatura non proprio estiva, ci prepariamo la nostra prima cena tedesca nel van. Dopo cena mi allungo nel bar all’aperto del campeggio, dove si trasmette, nel grande schermo, il secondo tempo della partita che la Germania sta pareggiando 1-1. Che strano, penso, sabato scorso ho visto in TV la partita del Brasile mentre ero a Rio, adesso la partita della Germania a Monaco. Peccato non poter fare filotto con una partita dell’Italia!!!

La mattina ci alziamo e prepariamo con tutta la calma del mondo e dovendo lasciare il campeggio entro le 13, rinunciamo ad un altro giro in centro per farci una passeggiata nel parco circostante. Un parco immenso dove è presente l’Hellabrunn Zoo  e anche il parco studi cinematografici Bavaria Filmstad. Pranzetto veloce e come da accordi con la reception, lasciamo il campeggio alle 13, settando il Tom Tom sull’itinerario Monaco-Legoland di 120 km.

Monaco in van – le foto

qui sotto una selezione delle foto fatte a Monaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *